Chi siamo

Company about

Consapevole delle grandi potenzialità che si stanno sviluppando intorno al settore dell’Internet of Thing (IoT), SIDeA (azienda leader da anni nel settore dell’elettronica di controllo e di comunicazione in Italia) ha voluto dar vita ad un sito dedicato che mappi, descriva e proponga soluzioni, prodotti, progetti e servizi basati sul paradigma IoT che essa stessa sviluppa e distribuisce nel mercato Italiano.

Il principale obiettivo di questo sito smartIoT si può sintetizzare nell’organizzazione di dati e informazioni riguardanti il fenomeno IoT, per aiutare e indirizzare chi si avvicina a quest’argomento. Nello stesso tempo l’esposizione concreta dello stato dell’arte dello IoT costituisce indubbiamente un elemento fondamentale per tutte le aziende che operano in questo settore, in particolare le PMI (piccole e medie imprese), per aiutarle a comunicare e a interagire, e per la PA (Pubblica Amministrazione) per traguardare applicazioni vantaggiose per il territorio e per l’economia a cui si riferiscono.

SIDeA è un’azienda che progetta, sviluppa, distribuisce e fornisce soluzioni per l’Internet of Things, complete di servizi, software e hardware, ai maggiori system integrator, ad aziende grandi e piccole, ai Centri di Ricerca, alle Università ed alla Pubblica Amministrazione in generale.

Adottando le soluzioni proposte da SIDeA, i clienti hanno accesso a componenti software open-source e standard più recenti, a gateway multiservizi flessibili e robusti e a sensori sofisticati, allo scopo di raccogliere dati dal campo e renderli fruibili per i processi aziendali. In collaborazione con partner di caratura mondiale, SIDeA contribuisce a rendere concreto e attuale il paradigma dell'Internet delle Cose, fornendo soluzioni complete “end to end” oppure singoli elementi, dalla gestione dei dispositivi e dei dati alla piattaforma di connettività e comunicazione, dai dispositivi periferici intelligenti agli oggetti “smart”.

Cosa è l'IoT

Company about

Il concetto di Internet of Things tratta di tutti quegli strumenti e applicazioni che permettono non solo e non tanto alle persone di parlare con le macchine, quanto agli oggetti di dialogare direttamente tra loro. Con un impatto imponente nella vita di tutti i giorni, in particolare se consideriamo il numero di cose che saranno presto comunicanti.

Attualmente si può stimare che gli oggetti comunicanti sono più di 7 miliardi (superando quindi la popolazione terrestre) ma le stime parlano di 50 miliardi di dispositivi connessi nel 2020, con una media quindi superiore ai 6 per persona.

Un insieme di esempi di applicazioni nel mondo dell'IoT le potrete trovare nella documentazione che potete scaricare qui di seguito

Dai frigoriferi agli impianti di irrigazione, dai meccanismi di sorveglianza a quelli biomedicali, dal monitoraggio industriale a quello energetico, non c’è un campo che sia escluso dalla diffusione dell’IoT.

Grazie ai sensori e agli attuatori, gli oggetti diventano “smart” ossia “intelligenti” in quanto interconnessi attraverso la rete per trasmettere informazioni e dati sul monitoraggio e il controllo a distanza. L’obiettivo dell’ “Internet delle cose” è, dunque, connettere il mondo reale a quello digitale per controllare, migliorare e intervenire più velocemente su innumerevoli processi, e ottenere, ad esempio, benefici sulla sicurezza, sull’efficienza, sul risparmio energetico e, in termini più generali, sulla qualità della vita.

Nei prossimi anni il mondo sarà “rivestito” da un vero e proprio sistema digitale: sensori Gps che attraverso la rete riporteranno informazioni di geolocalizzazione, videocamere e microfoni che fungeranno da occhi e orecchie, sensori per misurare cambiamenti di temperatura, di pressione, di vibrazione, livelli di consumo, sono solo una piccola serie di esempi.

Le automobili ad esempio potranno relazionarsi autonomamente tra loro per evitare incidenti e collisioni. O parlare con semafori e centraline del traffico per dribblare le code e impedire che si formino ingorghi.

La domotica si ripromette di fare altrettanto , con il ferro da stiro e l’aspirapolvere che si mettono d’accordo col contatore per vedere chi può accendersi per primo o con il forno e la lavastoviglie che programmano temperature e orari di spegnimento per dare un taglio alla bolletta.

Anche i distributori di energia si stanno dotando di dispositivi per analizzare i big data e trasformarli in azioni. Ad esempio sono disponibili prese intelligenti che interagiscono con computer e smartphone e consentono agli utenti finali di conoscere meglio le proprie abitudini di consumo e regolarsi di conseguenza.

Per offrire funzioni simili gli elettrodomestici devono essere dotati di una serie di sensori, sempre più piccoli eppure sempre più potenti, perché le dimensioni contano almeno quanto le capacità di calcolo.

Molto del successo di queste tecnologie passa da tre elementi imprescindibili:

  • 1) Il primo è l’alfabetizzazione informatica, e pare essere il meno complesso da risolvere. Il ricambio demografico porta a generazioni sempre più vicine all’elettronica mentre interfacce intuitive e piattaforme touch hanno contribuito a sdoganare molte applicazioni prima ritenute proibite.
  • 2) Per quanto concerne il secondo, ovvero i protocolli di comunicazione, il discorso invece si complica. Ci sono una miriade di frequenze, formati e standard diversi per veicolare i dati. Wi-Fi, 3G/4G, LTE, Lora, Rfid, Nfc, Bluetooth e ZigBee sono solo alcuni tra i principali acronimi in gioco. Tutti validi per diverse ragioni ma il cui moltiplicarsi non aiuta a uscire dall’effetto torre di Babele, in cui strumenti diversi rischiano di non capirsi più perché parlano lingue troppo diverse.
  • 3) L’ultimo nodo da sciogliere infine è la capacità di banda. Per una diffusione dell’IoT efficace e capillare servono reti e infrastrutture adeguate. In termini non solo di larghezza ma anche di sicurezza della banda, vista la mole e la confidenzialità sempre maggiore delle informazioni che viaggeranno su di essa. Nazioni come Stati Uniti, Giappone e Corea del Sud godono di impianti avanzatissimi in confronto a quelli europei. Stati come l’Italia rischiano invece di rimanere fatalmente indietro su un terreno sul quale si gioca una grossa fetta del loro rilancio economico. Le ricadute dell’IoT a livello di business non saranno inferiori a quelle che promettono di avere nella vita di tutti i giorni. Competere di conseguenza non è bene, è una questione di sopravvivenza.

Aree di intervento

about
img09

Smart Cities

La città intelligente è un insieme di strategie di pianificazione urbanistica per mettere in relazione le infrastrutture con il capitale umano grazie all'impiego di nuove tecnologie per migliorare la qualità della vita

img09

Smart Home

Con "casa intelligente" si indica un ambiente domestico opportunamente progettato e tecnologicamente attrezzato al fine di rendere più agevoli le attività all'interno dell'abitazione.

img09

Smart metering

Lo smart metering è lo strumento indispensabile nell'evoluzione delle reti elettriche tradizionali a quelle “intelligenti”


img09

Smart Environment

L’innovazione culturale edtecnologica hanno portato alla definizione di nuovi paradigmi legati al monitoraggio ambientale e del territorio, ponendo le basi dello “Smart Environment”

img09

Smart Agricolture

Le tecnologie di misurazione sensoriale cambiano il modello di approccio produttivo dell'agricoltura rendendola più sicura, meno dispendiosa e sostenibile.

img09

Smart Industry

La crescente maturità culturale verso l'utilizzo di smart devices ha modificato il modo di pensare, progettare, realizzare i processi produttivi e di supporto alla produzione e alla Industria 4.0.

Partners

about

Libelium

Reti wireless di sensori

Sidea è distributore Italiano di Libelium, azienda leader mondiale di nodi wireless di sensori

Kerlink

Stazioni base LoRa WAN

Sidea è distributore Italiano di Kerlink, azienda specializzata in apparati di trasmissione LoRa WAN

nke - WATTECO

Apparati wireless LoRa/LoRA WAN

Sidea è distributore Italiano di nke - WATTECO


Ascoel

Azienda Italiana di apparati wireless LoRa/LoRA WAN

Sidea è distributore a valore aggiunto di Ascoel

EVENTI

about
Il 29 Novembre presso il Centro Verdi di Piazza S. Francesco a Segrate si terrà il primo di una serie di convegni gratuiti organizzati dalla divisione Smartiot di Sidea dedicati a soluzioni immediatamente realizabili per SmartCities. Destinato prevalentemente ad un pubblico di "decision makers" in ambito cittadino e aziendale, presenta lo stato dell'arte nelle infrastrutture per la comunicazione dei dati rilevati dai sottosistemi, la sensoristica aattualmente disponibile e la possibilità di integrazione con piattaforme software cloud esistenti.

Clicca sulla locandina per ulteriori informazioni e per registrarti

smart city

Case studies

about
img09

Smart City: Proof of Concept

Proof of Concept per una Smart City realizzato in Lombardia

img09

Smart Environment: Prevenzione Incendi

Sistema distribuito wireless per prevenzione incendi boschivi

img09

Smart Parking

Ottimizzazione dei percorsi, risparmio di carburante, rispetto delle regole sono alcuni dei punti di forza delle soluzioni di Smart Parking


img09

Smart metering: Wireless MBUS-169

Soluzioni Wireless MBUS-169 MHz per smart metering

Contatti

Ragione sociale:

E-mail:

Telefono:

Testo del messaggio:
Centro Direzionale Milano Oltre - via Cassanese 224 - 20090 Segrate (MI)
+39 02 36747650
info@sidea.it